18 gennaio 2020
Aggiornato 04:00
Ambiente

Roma, 21 gennaio seconda domenica ecologica. Ecco quando saranno le prossime

Stop alla circolazione nelle fasce orarie 7:30-12:30 e 16:30-20:30

Blocco delle auto per la domenica ecologica nel centro di Roma, 21 gennaio 2018. ANSA/MASSIMO PERCOSSI
Blocco delle auto per la domenica ecologica nel centro di Roma, 21 gennaio 2018. ANSA/MASSIMO PERCOSSI ANSA

ROMA - Domenica prossima, 21 gennaio, a Roma torna il divieto totale della circolazione con il secondo appuntamento delle domeniche ecologiche, il provvedimento della Giunta capitolina per contenere le emissioni inquinanti e contribuire a sensibilizzare la cittadinanza sul tema della qualità dell'aria e ad un uso responsabile delle fonti energetiche. L'iniziativa che prevede il divieto totale della circolazione ai veicoli dotati di motore endotermico, nella ZTL "Fascia Verde" del PGTU, nelle fasce orarie 7.30-12.30 e 16.30-20.30. La limitazione è estesa anche agli autoveicoli ad accensione spontanea (diesel) Euro 6.

Riscontro positivo
"Visto il positivo riscontro avuto per l'iniziativa di piantumazione organizzata dall'Assessorato alla Sostenibilità Ambientale in concomitanza della giornata di blocco totale del 19 novembre 2017 - spiega il Campidoglio - si è deciso di riproporre l'iniziativa nelle prossime 'domeniche ecologiche' ancora in programma, l'11 febbraio e il 25 febbraio. Le date potranno essere suscettibili di modifiche, qualora si dovessero verificare eventi, ad oggi non previsti e non prevedibili, che, da valutazioni effettuate dagli organi di governo competenti, dovessero essere ritenuti non compatibili e di interesse pubblico prevalente".

Il ruolo dei Municipi
L'assessorato alla Mobilità e i relativi uffici dipartimentali provvederanno al potenziamento del Trasporto Pubblico Locale durante le giornate di blocco totale ed in particolare durante le fasce orarie di interdizione. La Polizia Locale di Roma Capitale dovrà provvedere alla vigilanza al fine di garantire l'osservanza del provvedimento di limitazione della circolazione da parte della cittadinanza. L'assessorato all'Ambiente promuoverà il coinvolgimento dei Municipi affinché realizzino iniziative volte a sensibilizzare la popolazione sul tema della qualità dell'aria e dei suoi effetti sulla salute e sull'ambiente, con particolare riferimento alla mobilità sostenibile e all'utilizzo più responsabile delle fonti energetiche (es. riscaldamenti per uso civile).