17 ottobre 2018
Aggiornato 23:00

San Pietro, abusivi si oppongono ai controlli: un agente ferito negli scontri

Nell’operazione di contrasto alla contraffazione al commercio illegale nel centro storico, i vigili urbani sono stati aggrediti da venditori di origine senegale
San Pietro, il Comune di Roma prova a contrastare l'abusivismo
San Pietro, il Comune di Roma prova a contrastare l'abusivismo (ANSA)

ROMA - C’è stato un ferito negli scontri tra gli ambulanti e gli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale. Alla richiesta della consegna della merce da porre sotto sequestro, i senegalesi si sono raggruppati per scongiurare la requisizione. Un vigile è stato portato al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni, dopo essere stato fatto oggetto di calci e pugni da un immigrato. Un altro venditore, sempre senegalese, è stato posto in arresto dopo che aveva rapinato una turista americana a cui aveva provato a vendere un bracciale.

La piaga dell’abusivismo
Non sono passate neanche poche settimane che i venditori abusivi si sono ripresentati per fare affari sotto il Cupolone: i clienti preferiti, manco a dirlo, sono i turisti. A fine novembre, infatti, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di zona, in sinergia con le pattuglie appartenenti al Reparto Amministrativa del I gruppo Centro della Polizia Locale, avevano identificato 9 persone nelle operazioni di contrasto al commercio illegale. Sotto sequestro erano finiti principalmente bastoni per selfie, diversi souvenir rosari e altri oggetti religiosi. A confermare il legame strettissimo tra abusivismo e immigrazione, c’è il fatto che in quell’operazione erano stati fermati due venditori, di nazionalità senegalese e della Guinea Bissau, per sanzioni che hanno superato i 50mila euro.

12 milioni di articoli sequestrati
I controlli di oggi rientrano nelle operazioni sul territorio di Roma contro il commercio abusivo e la contraffazione annunciate sempre a novembre dal comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto Paola Basilone e con la partecipazione del ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda e della sindaca di Roma Virginia Raggi. Nei mesi precedenti erano stati sequestrati oltre 12milioni di articoli contraffatti, un numero che descrive la vastità del fenomeno dell’abusivismo. Sempre a fine novembre, invece, nel quartiere Pigneto erano stati sequestrati 3 immobili, trasformati in un appartamento con 15 posti letto e due depositi dove veniva lavorata la merce. Gli agenti, appartenenti al GSSU ( Gruppo Sicurezza Sociale Urbana) e SPE ( Sicurezza Pubblica Emergenziale) avevano fermato tre uomini, di nazionalità senegalese tra i 25 ed i 30 anni.

Aggressori fermati
Negli scontri di oggi, che hanno visto il ferimento dell’agente di Polizia Locale, è stato arrestato il senegalese di 44 anni. A Piazzale Clodio, invece, è stato convalidato l’arresto del responsabile del reato di rapina impropria ai danni della ragazza californiana: mentre la turista stava cercando le monete per pagare il bracciale, il venditore abusivo ha cercato di impossessarsi del contante presente nel portafogli. Una volta intervenuti prontamente, gli agenti della Polizia Locale sono stati aggrediti dal senegalese.