Italia | Cantiere Centrodestra

Salvini sfodera il nuovo simbolo della Lega e incontra Berlusconi faccia a faccia

L'annuncio che tutti aspettavano è arrivato. Il nuovo simbolo del Carroccio è pronto. E la Lega si prepara a scendere in campo

Il segretario del Carroccio  annuncia il nuovo simbolo della Lega
Il segretario del Carroccio annuncia il nuovo simbolo della Lega (ANSA/ABBATE)

MILANO – L'annuncio che tutti aspettavano è arrivato. Il nuovo simbolo del Carroccio è pronto. La Lega si prepara a scendere in campo alle prossime elezioni con una nuova identità e il logo verrà presentato agli elettori non appena sarà resa nota la data del voto. «Sul simbolo - ha annunciato lo stesso Matteo Salvini ai giornalisti a margine di un incontro a Milano - ci sarà la scritta Lega-Salvini premier con l'immagine del Leone di San Marco e di Alberto da Giussano».Il leader del Carroccio marcia spedito verso Palazzo Chigi insieme alla compagine di centrodestra e agli alleati Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni. E proprio con il presidente azzurro si è incontrato nei giorni scorsi faccia a faccia.

Il faccia a faccia con Berlusconi
«Ci siamo confrontati. Tutto bene, tranne che sul Milan", ha detto scherzando il segretario federale della Lega conversando con i giornalisti delle agenzie di stampa al termine di un incontro pubblico a Milano. «Con Berlusconi e la Meloni - ha proseguito Salvini - ci vedremo prima di Natale per farci gli auguri. Non vedo grossi problemi stavolta».Riguardo la stesura del programma di centrodestra, i partiti «già probabilmente la settimana prossima si troveranno. Noi abbiamo delegato Giancarlo Giorgetti», ha annunciato poi il leader leghista. Salvini è convinto che il centrodestra abbia la vittoria in pugno e non è il solo.

I paletti alle candidature del centrodestra
Il ritiro di Pisapia e di Alfano dalla competizione elettorale «è il segno che Renzi lo stanno mollando tutti, ma non vinceremo per le disgrazie e gli errori altrui. Non vinceremo contro - ha aggiunto Salvini - ma perché siamo bravi e credibili noi. Avremmo vinto anche con Alfano e Pisapia in campo».L'unico limite che il segretario del Carroccio ha imposto alle candidature nel centrodestra è quello di escludere a priori «chi ha o sta ancora governando al centrosinistra. E se lo sta facendo da anni vuol dire che ha scelto». Salvini poi promette che non avrà «niente a che fare con gli skinheads, né con Forza Nuova né con Casa Pound».

La promessa di Matteo Salvini
La Lega è «l'unico argine serio a uno scontro sociale che invece per colpa di un'immigrazione voluta rischia di esserci. Se non ci fosse la Lega l'Italia rischierebbe davvero. Daremo una soluzione democratica a un problema che evidentemente c'è: l'emigrazione». Il leader del Carroccio ha affermato di aver «condannato» l'episodio di violenza davanti la sede de La Repubblica. E rispetto ad un clima che rischia di degenerare ha sottolineato: «Bisogna condannare gli episodi di violenza da qualunque parte arrivino» perché il dibattito politico «deve essere civile, duro ma civile». Quindi fumogeni, minacce, maschere «non fanno parte del dibattito politico civile» ma Salvini ricorda anche che «c'è l'enorme problema dell'immigrazione: soprattutto le donne sono le più preoccupate e le più incazzate. E quindi mio dovere sarà smontare questo problema».