Ostia: caso Spada, quello che media e Pd stanno dimenticando

Il giornalista di Nemo è stato aggredito mentre rivolgeva alcune domande a Roberto Spada: nel corso della trasmissione di ieri sera, però, alcuni passaggi sono stati dimenticati
Daniele Piervincenzi, giornalista di Nemo
Daniele Piervincenzi, giornalista di Nemo (ANSA)

OSTIA - L’aggressione a Daniele Piervincenzi, giornalista di Nemo, dev’essere condannata senza attenuanti. Il servizio giornalistico che ne è nato, però, solleva alcune domande. Possibile che durante tutta la durata della trasmissione di RaiDue condotta da Enrico Lucci, non si sia fatto un minimo cenno al fatto che il municipio di Ostia sciolto per infiltrazioni mafiose era guidato da un presidente eletto con il Pd? Non solo: proprio il partito guidato da Matteo Renzi, nelle scorse ore ha annunciato l’arresto di Roberto Spada con un post su Facebook: «Violenza privata aggravata da metodo mafioso» si legge nella foto che ritrae l’esponente della famiglia al centro di presunti traffici criminali del litorale romano. Di un post simile sullo scioglimento del municipio di Ostia, a quanto pare, non v’è traccia.

NEMO CONTRO CASAPOUND – Già nelle ore scorse il vicepresidente di Casapound ai nostri microfoni aveva fatto sapere come Roberto Spada non risulti iscritto al movimento delle tartarughe. Nonostante ciò, la puntata di Nemo di ieri ha puntato il dito contro l’azione politica e sociale portata avanti da Casapound in questi anni a Ostia con la consegna dei pacchi alimentari alle persone che non possono permettersi di fare la spesa. Nel mirino è finita Nina Moric e il suo appello rivolto ai cittadini di Ostia a non aver paura. Dopo l’intervista alla showgirl croata si è verificata l’aggressione al giornalista di Nemo ed ecco così che l’invito della Moric è stato usato in maniera provocatoria: «ma come si fa a non aver paura in un municipio così?» è stato il messaggio implicito mandato col servizio, quasi ridicolizzando quanto sostenuto da una donna croata, esempio vivente di come Casapound sia tutt’altro che sessista e xenofoba. Ma vabbè…

VIRGINIA RAGGI IN STUDIO – Negli studi di Nemo, inoltre, si è presentata anche il sindaco di Roma, Virginia Raggi che ha invitato la cittadinanza di Roma a scendere in piazza nella prossima manifestazione contro la mafia. In modo corretto, la prima cittadina non è caduta nel tranello di Lucci che le ha domandato se l’invito fosse rivolto anche a Casapound: «Sono chiamati a partecipare tutti coloro che vogliono combattere la criminalità». Eppure, un’altra domanda sorge spontanea: come mai, sempre durante la puntata di Nemo di ieri sera, nessuno ha ricordato come lo stesso Roberto Spada in passato abbia rivolto apprezzamenti anche al Movimento 5 Stelle? Dal Pd ai Cinquestelle, l’aggressione al coraggioso giornalista Rai, Daniele Piervincenzi, sta facendo venire i problemi di memoria a politica e media.