17 febbraio 2020
Aggiornato 17:30
Emergenza incendi

Protesta dei Vigili del fuoco davanti alla Camera

Gli idonei al concorso dei pompieri hanno manifestato davanti Piazza Montecitorio chiedendo al governo di sbloccare 23 milioni di euro previsti dalla legge di Bilancio per l'assunzione di 3500 nuovi operativi

ROMA - «Domani il governo ha l'occasione per rispondere ai rilievi degli idonei al concorso dei Vigili del fuoco, che oggi hanno manifestato davanti Piazza Montecitorio, facendo sapere se sbloccherà o meno i 23 milioni di euro previsti dalla legge di Bilancio a sostegno del corpo». Lo dichiarano i deputati di Forza Italia Vincenza Labriola ed Elio Vito che questa mattina hanno incontrato gli idonei al concorso dei Vigili del fuoco in attesa di assunzione durante il sit in di protesta. «L'esecutivo - proseguono - dovrà rispondere all'interrogazione a prima firma Labriola. Se sarà positiva le nuove assunzioni, lo scorrimento della graduatoria e i nuovi mezzi saranno cosa fatta. Se invece dovesse essere negativa procederemo in altro modo. E' giunto il momento che il governo passi dalle parole ai fatti e che manifesti la volontà di sbloccare i fondi, soprattutto alla luce dell'emergenza incendi che sta interessando il nostro Paese».