18 gennaio 2020
Aggiornato 04:30
La candidata al Municipio VIII

Elezioni comunali, Meloni: «Buche e voragini priorità assoluta»

La candidata del centrodestra arriva in periferia per continuare la campagna elettorale e punta su una delle emergenze maggiori della città: la manutenzione del banco stradale

ROMA - «Se sarò eletta sindaco, la mia priorità assoluta sarà dedicata alla manutenzione stradale». Continua la campagna elettorale di Giorgia Meloni. La candidata di Fratelli d'Italia si spinge al Municipio VIII per denunciare la situazione rispetto a voragini e buche che si incontrano tra le strade del quartiere e, soprattutto, per promettere che la situazione cambierà qualora sarà lei ad occupare la poltrona del Campidoglio.

Un problema quotidiano da risolvere
La candidata affronta il tema della manutenzione stradale lanciando un video su Facebook, in cui si mostra nel quartiere romano, in via Leon Pancalo, quartiere Ardeatino – come annuncia la stessa Meloni. Qui lo scorso gennaio la strada è franata, producendo una voragine e da diverso tempo sono in corso i lavori di manutenzione stradale, «una situazione – dice la candidata – con la quale i romani mediamente si confrontano ogni giorno». L'arrivo della candidata è dovuto alla svolta che questa promette con l'elezione a sindaco: priorità della Meloni sarà la manutenzione del manto stradale, «evitare le buche, le voragini che mettono in pericolo la quotidianità dei romani e farlo per tutti, perché è un problema sentito da tutti: da chi guida la macchina, da chi guida il motorino, da chi va in bicicletta, da chi passeggia con suo figlio con il passeggino, da chi vorrebbe camminare con i tacchi, dagli anziani. È un problema con il quale tutti i romani si confrontano, allora molto semplicemente ogni risorsa che viene liberata – annuncia la Meloni – bisogna destinarla alla manutenzione del manto stradale».

Coinvolgere il privato
La candidata di FdI non disdegna anche l'intervento dei privati per risolvere la situazione delle strade romane: «Bisogna coinvolgere le risorse private per aiutarci a sistemare le strade in cambio di pubblicità e bisogna andare a controllare come si fanno i lavori. Perché – spiega Giorgia Meloni – se si copre il manto stradale ma la strada riempie non con il calcestruzzo ma con la terra, dopo un po' la terra frana e la strada viene giù». Infine, l'appello della candidata: «Non si può più rubare con le strade romane, bisogna fare i lavori seriamente, con appalti pubblici e andando a controllare con molta attenzione da parte del Comune che i lavori si facciano come si devono fare» «E' un impegno che mi prendo – conclude Meloni – e se ci volete dare una mano sarà anche per questo».