12 dicembre 2019
Aggiornato 08:30
calci e botte alla conducente

Roma, macchinista dell'Atac presa a calci da un passeggero sulla Roma-Lido

La donna è stata aggredita da un uomo che lamentava un forte ritardo nelle corse, ma risulta fossero regolari

ROMA - Una donna, macchinista di un treno della ferrovia Roma-Lido, è stata aggredita ieri da un passeggero intorno alle 15 alla stazione Piramide. A denunciarlo l'Atac che secondo una prima ricostruzione, afferma che l'uomo avrebbe aggredito fisicamente la conducente sferrandole alcuni calci, lamentando un'attesa troppo lunga. Al momento il servizio sulla linea era sostanzialmente regolare, con sette treni in servizio su otto programmati con attese non superiori ai dieci minuti sui tempi previsti.

L'intervento di Atac
Atac è intervenuta prontamente per allertare le forze dell'ordine, che hanno preso in consegna l'uomo, e per soccorrere la macchinista, che è stata portata in ospedale per controlli. L'aggressione ha provocato la perdita di quattro corse nell'orario compreso fra le 16.10 e le 18.15 con i conseguenti disservizi nei confronti dell'utenza.

L'appello ai cittadini
L'Atac, ha subito espresso "piena solidarietà" alla macchinista aggredita, e «stigmatizza fermamente l'accaduto, non giudicando in alcun modo tollerabile che si commettano atti di violenza nei confronti di lavoratori impegnati nel difficile compito di garantire il servizio pubblico alla città. Atac rivolge - quindi - un appello a tutti i cittadini perché, nel fruire del servizio di trasporto, agiscano e collaborino con senso civico, rispettando chi lavora e il patrimonio pubblico».