24 agosto 2019
Aggiornato 05:00
Crollo avvenuto il 22 gennaio

Crollo al Flaminio: Famiglie a breve a casa

Consuegnato al pm il documento del cessato pericolo per lo stabile. La decisione potrebbe arrivare a breve, forse già entro la prossima settimana

ROMA - Sono passati due mesi e mezzi da quel crollo con cui a Roma si sfiorò la tragedia. Forse faranno ritorno a casa entro i prossimi giorni i condomini del palazzo di Lungotevere Flaminio interessato da un parziale crollo della terrazza, la notte del 22 gennaio scorso. Il legale dell'amministratore di condominio, avvocato Gianluca Tognozzi, ha depositato oggi al pm il certificato di cessato pericolo per lo stabile.

Decisione a breve
Secondo quanto si è appreso a piazzale Clodio, il documento verrà affidato dal sostituto procuratore Antonella Nespola al proprio consulente a cui chiedere il via libera al rientro delle famiglie negli appartamenti. La decisione potrebbe arrivare a breve, forse già entro la prossima settimana. Il cedimento strutturale ha interessato settimo, sesto e quinto piano dell'edificio che affaccia sul Lungotevere.