11 dicembre 2019
Aggiornato 15:30
l'operazione della digos

Terrorismo, progettava un attentato alla stazione Termini: arrestato un imam

Un giovane somalo, che svolgeva i suoi sermoni presso la struttura di accoglienza "Happy Family" di Campomarino, era pronto a compiere un attacco nel cuore di Roma

E' stato arrestato un imam somalo a Campobasso.
E' stato arrestato un imam somalo a Campobasso. Shutterstock

ROMA - Un imam somalo di soli 22 anni è stato arrestato dai poliziotti della Digos di Campobasso nel capoluogo molisano: è sospettato di istigazione alla commissione di delitti con finalità di terrorismo. In particolare, l'uomo nei suoi sermoni esaltava gli attentati terroristici di Parigi, e il martirio, indicando come suo prossimo bersaglio la stazione Termini di Roma.

Stava organizzando l'attentato a Termini
Stava organizzando un attentato terroristico alla stazione Termini di Roma. Si tratta di un imam somalo di 22 anni che svolgeva i suoi sermoni presso la struttura di accoglienza "Happy Family" di Campomarino, nella quale risiedeva. Inneggiava spesso allo Stato Islamico, esaltando gli attentati di Parigi e facendo proselitismo tra gli altri giovani della struttura per la jihad.

L'operazione della Digos
Questa mattina gli agenti della Digos lo hanno arrestato perché considerato un soggetto "pericoloso" e poiché, stando ad alcune intercettazioni telefoniche, stava organizzando un attentato nel cuore della Capitale. "Abbiamo un riscontro tecnico preciso circa la possibilità che stesse organizzando un attentato a Roma», ha spiegato il Procuratore capo di Campobasso, Armando D'Alterio. Al giovane era già stato negato lo status di rifugiato. Ora si trova in stato di fermo a Larino.