18 gennaio 2020
Aggiornato 09:00
Cancerogeno per alcuni, innocuo per altri

Germania, trovato diserbante in molte birre

L'istituto per l'ambiente di Monaco lancia l'allarme: in molti marchi di birre tedesche vi sarebbero tracce di diserbante glifosato. La sostanza può essere considerata cancerogena per l'uomo?

GERMANIA - Tracce di diserbante glifosato nelle birre. E' l'istituto per l'ambiente di Monaco a rivelarlo e a mettere in guardia i consumatori. Quattordici i marchi di birra tedesche prese in esame, fra i più noti in circolazione: Beck's, Paulaner, Warsteiner, Krombacher, Oettinger, Bitburger, Veltins, Hasseroeder, Radeberger, Erdinger, Augustiner, Franziskaner, König Pilsener e Jever.

Probabile cancerogeno?
I livelli di diserbante rintracciati schizzano alle stelle: i livelli registrati variano fra 0,46 e 29,74 microgrammi per litro, in alcuni casi estremi arrivano quasi ad essere trecento volte superiori a 0,1 microgrammi, che è il limite consentito dalla legge per l'acqua potabile. Il problema è che per la birra la legge non stabilisce limiti. Sono, però, gli esperti a prendere la parola e a dire la loro sui rischi: il diserbante nella birra viene classificato come «probabile cancerogeno per l'uomo», secondo International Agency for Research on Cancer. 

Voci contrastanti
A smorzare la tensione e le polemiche è l'Istituto federale per la valutazione del rischio, il quale sostiene che «un adulto dovrebbe bere intorno ai mille litri di birra al giorno per assumere una quantità di glifosato preoccupante per la salute». Si fanno sentire anche i birrai tedeschi che proprio non ci stanno a passare per negligenti: «Il nostro monitoraggio indica che i valori misurati sono sempre chiaramente al di sotto dei limiti massimi, e in nessun momento sono stati riscontrati superamenti dei limiti massimi permessi per i residui di glifosato», spiegano.