29 marzo 2020
Aggiornato 13:00
L'annuncio nella conferenza di martedì a Roma

Ryanair lancia 4 nuove rotte da Roma

Entrambi gli aeroporti di Roma sono interessati dalla nuova programmazione invernale 2016 di Ryanair. Ad annunciare le nuove rotte è il top manager di Ryanair David O'Brien

ROMA - «Siamo lieti di lanciare la nuova programmazione invernale 2016 da Roma». Così Edie Wilson, Chief people officer di Ryanair, annuncia le nuove rotte che collegheranno Roma ad altre città italiane ed europee. Per festeggiare il lancio della nuova programmazione «stiamo mettendo in vendita 100 mila posti sul network europeo a tariffe che partono da 19,99 euro», continua Wilson.

L'annuncio delle nuove rotte
Ryanair ci stupisce ancora e infittisce così le destinazioni in Europa dalla Capitale. Una nuova programmazione che vede interessati entrambi gli aeroporti Capitolini, Fiumicino e Ciampino. Si tratta di quattro nuove rotte europee e nuovi collegamenti per ben sette città dello Stivale. Ad essere interessati dalla novità presentate martedì 2 febbraio nel corso di una conferenza stampa di Ryanair a Roma saranno circa nove milioni di passeggeri, in partenza da entrambi gli aeroporti.

Ciampino
Per quanto riguarda Ciampino, tra le nuove rotte previste per il secondo aeroporto romano troviamo la città bavarese di Norimberga, la capitale della Bulgaria Sofia, quella della Repubblica Ceca, Praga e una nuova rotta per East Midlands. Ma non finiscono qui le novità: da Ciampino, infatti, quotidianamente partiranno più voli diretti ad Atene, Berlino, Budapest, Edimburgo e Manchester.

Fiumicino
In merito, invece, al primo aeroporto di Roma, da Fiumicino, una volta a settimana, partirà un volo per l'isola più nord-orientale dell'arcipelago spagnolo delle Isole Canarie, Lanzarote. Continuano i collegamenti per Trapani, Malaga e Alicante. Dal nuovo programma risultano, inoltre, più voli anche per Bari e Bruxelles (3 al giorno per entrambe le destinazioni).

Duro commento alle scelte del governo
Non mancano le critiche al Governo Renzi e ad Alitalia in merito alla scelta di aumentare ancora le tasse aeroportuali. Il top manager della compagnia di volo irlandese David O’Brien critica seccamente la posizione del governo rispetto di far crescere la tassa da 6,5 a 10 euro a Roma costringendo Ryanair a chiudere le basi italiane di Alghero e Pescara, con quasi seicento posti di lavoro a rischio. Una parolina di disappunto il top manager irlandese la dedica anche ad Alitalia: le «tasse aeroportuali vanno a finanziare il Fondo di integrazione al reddito dei dipendenti del trasporto aereo e pertanto, in gran parte, il trattamento del personale Alitalia in esubero la Ryanair non intende finanziare Alitalia».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal