15 ottobre 2019
Aggiornato 18:30
i lavori partiranno a febbraio

Campidoglio, al via il restyling della stazione Termini

I vertici di Fs, Grandi Stazioni, Polizia locale, Atac, Ama e Acea hanno illustrato in Campidoglio le misure allo studio

ROMA - Prima un sistema di «micro interventi che, messi a sistema, renderanno l'area più sicura e fruibile in tutto l'arco delle 24 ore». Allo studio, però, anche interventi più strutturali, anche per «fluidificare al massimo il traffico in Via Marsala, Via Giolitti e nelle strade adiacenti». Il Campidoglio, in una nota, illustra i dettagli della prima riunione operativa, che si è tenuta questa mattina in campidoglio, del Piano per la riqualificazione della Stazione Termini chiesto dal Commissario Straordinario di Roma Capitale, Francesco Paolo Tronca.

I progetti di Fs, Atac, Acea e Ama
«I vertici di Fs, Grandi Stazioni, Polizia locale, Atac, Ama e Acea - si legge nella nota - hanno illustrato questa mattina in Campidoglio le misure allo studio e si sono confrontati sulla necessità di interventi sinergici e duraturi in tutto il quadrante circostante la Stazione, vero e proprio biglietto da visita della città». Grandi Stazioni e Fs, «hanno presentato un progetto di restyling del perimetro di Via Giolitti e Via Marsala; Acea ha illustrato un piano di ampliamento e potenziamento del sistema di illuminazione; Atac si è detta disponibile a interventi di recupero delle scale di accesso alle stazioni metropolitane e dei mezzanini presenti in Piazza dei Cinquecento con la fattiva collaborazione di Ama, già impegnata a garantire un presidio fisso di squadre e operatori per la raccolta dei rifiuti, pronta a incrementate lo spazzamento meccanizzato e il mantenimento del decoro della piazza e dei suoi monumenti».

Anche interventi di tipo "sociale"
Per gli interventi più di tipo sociale, di cui l'area ha altrettanto bisogno, «l'Help desk del Dipartimento politiche sociali capitolino, collocato presso il binario 1 della Stazione Termini, diventerà punto di coordinamento sia per censire la presenza di senza fissa dimora e minori, sia per coordinare tutte le attività di volontariato che agiscono nell'area", sottolinea il Comune. Tutte le misure prese in considerazione saranno pianificate in una prossima riunione fissata per lunedì 25 gennaio per diventare operative a partire da febbraio. (Fonte Askanews)