24 ottobre 2020
Aggiornato 05:00
sul palco i negramaro

Concertone di Capodanno, ecco le misure per la sicurezza di Roma

Il prefetto di Roma, Franco Gabrielli, fa il punto sugli eventi programmati

ROMA - Definite nella Capitale le misure per la maggiore sicurezza degli eventi della notte di Capodanno.

Il prefetto e le forze coinvolte
Martedì il Prefetto di Roma, Franco Gabrielli, ha infatti presieduto una seduta del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica - cui sono intervenuti il Commissario Straordinario di Roma Capitale, il Questore, i Comandanti Provinciali dell'Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e del Corpo Forestale dello Stato, il Comandante della Polizia locale della Città Metropolitana di Roma Capitale ed il Comandante della Polizia locale di Roma Capitale - nel corso della quale si è svolto un apposito focus sugli eventi programmati per il Capodanno e sui servizi da assicurare al fine di garantire la necessaria cornice di sicurezza. E' quanto si legge in una nota della Prefettura.

Le misure di sicurezza al Circo Massimo
Come noto, l'evento principale è il "Concerto di Capodanno" che si svolgerà al Circo Massimo; in relazione al notevole afflusso di persone che tradizionalmente la manifestazione richiama sono state condivise le misure proposte dalla Questura, tra le quali si evidenziano le seguenti: chiusura della fermata della Metro "Circo Massimo" dalle ore 21.00 del 31.12 e fino a cessate esigenze; delimitazione di tutta l'area del Circo Massimo con transenne per permettere la canalizzazione dell'afflusso di persone; accessibilità all'area esclusivamente dai varchi presidiati (siti in via dei Cerchi e via del Circo Massimo) e predisposizione di servizi specifici di controllo agli ingressi da parte delle Forze di Polizia, anche con metal detector; accesso dedicato alle persone diversamente abili presso l'area riservata in via del Circo Massimo, fronte Piazzale Ugo La Malfa; collocazione di presidi medici su Via dei Cerchi e Piazzale Ugo La Malfa. (Fonte Askanews)