2 aprile 2020
Aggiornato 05:00
la violenza in una sala slot

San Cesareo, branco pesta giovane con manganello senza motivo

I responsabili della violenta aggressione sono due italiani, un 35enne ed un 24enne, entrambi residenti nel piccolo comune e ben conosciuti in zona

ROMA - In un locale di San Cesareo si è svolta una terribile violenza senza alcun motivo apparente. Un branco si è scagliato contro un giovane seduto su un divanetto di una sala slot e l'accanimento è proseguito anche con l'uso di un manganello mentre la vittima non riusciva a divincolarsi dai suoi assalitori.

Violenza gratuita in una sala slot
Pestato senza motivo mentre era seduto su un divanetto di una sala slot. Questo è accaduto a un giovane cittadino romeno di 26 anni, portato di corsa in ospedale dopo essere stato pestato a sangue da un gruppo di giovani italiani muniti di manganello. I fatti si sono verificati lo scorso mese di aprile in una sala slot di San Cesareo, Comune della provincia di Roma.

I responsabili sono stati incastrati da un video
I responsabili della violenta aggressione sono due italiani, un 35enne ed un 24enne, entrambi residenti nel piccolo comune e ben conosciuti in zona. Sono stati incastrati da un video e poi arrestati dai carabinieri. Alla base dell'aggressione probabilmente l'odio razziale nei confronti del giovane straniero. Il Gip del Tribunale di Velletri ha emesso un’ordinanza che ha disposto gli arresti domiciliari per il 35enne italiano e la misura dell’obbligo di firma per il 24enne.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal