A casa della 41enne hashish e mezzo kg di cocaina

Civitavecchia, Zia e nipote in manette per spaccio

Nascondeva una tavoletta da cento grammi negli slip e a casa, oltre a 19 altre tavolette di «fumo», custodiva mezzo chilo di cocaina pronta per essere spacciata

ROMA – Aveva un etto di «fumo» negli slip quando è stato fermato dagli agenti di Polizia e mezzo chilo di cocaina a casa della zia. Finiscono in manette entrambi, nipote e zia 41enne a Civitavecchia. L'ingente quantità di stupefacenti è stata rinvenuta lo scorso sabato mattina in occasione di appositi servizi organizzati dal Commissariato di Polizia di Civitavecchia.

Hashish negli slip
Nella mattinata di sabato, infatti, il personale della squadra di polizia giudiziaria ha sottoposto a controllo un'auto appartenente ad un giovane già noto alle Forze dell'Ordine perché frequentatore di ambienti in cui si muovono soggetti dediti all'attività di spaccio. Durante il controllo è stato lo stesso 26enne a consegnare alle Forze del'Ordine la tavoletta da cento grammi di hashish che «custodiva» negli slip.

A casa della zia
Insieme al ragazzo sono state fermate altre persone, che viaggiavano con lui in quel momento. È stata avviata nella mattinata stessa la perquisizione delle abitazioni dei giovani, nel corso della quale si è arrivati alla casa della zia del 26enne, una 41enne incensurata. A casa della zia gli agenti di Polizia hanno trovato una busta con 19 panetti di hashish – ognuno del peso di 100 grammi –, e una confezione di circa mezzo chilo di cocaina. Gli stupefacenti erano stati accuratamente nascosti dietro un mobile, ma sono stati ben presto trovati dagli agenti. Nell'appartamento del giovane, inoltre, è stata rinvenuta tutta l'attrezzatura necessaria per pesare e confezionare gli stupefacenti.