10 dicembre 2019
Aggiornato 00:30
Furti in casa di riposo

Rubava soldi alla casa di riposo. Arrestato il tecnico dell'ossigeno

Non solo sottraeva piccole somme di denaro agli ospiti della casa di riposo di Valduggia ed è stato arrestato ma, a seguito della perquisizione avvenuta nella sua abitazione, è stata rinvenuta anche una piccola coltivazione di marijuana

VALDUGGIA - Sul lavoro rubava i soldi agli anziani nelle case di riposo e nel tempo libero coltivava marijuana a casa. Questa la doppia vita del tecnico dell'ossigeno si una casa di riposo, un giovane di 29 anni di Torrazza Piemonte (Torino).

Le indagini e i sospetti
Sono stati i carabinieri di Borgosesia, ad avviare le indagini dopo una serie di piccoli furti ai danni degli ospiti della casa di riposo «Santi Filippo e Giorgio» di Valduggia, che si registravano sin dall’inizio dell’anno. Pochi giorni fa il direttore della struttura per anziani aveva avuto il sospetto che se a uno degli ospiti erano spariti 15 euro dagli effetti personali, la colpa fosse di uno dei tecnici che si aggirano per la residenza.

Scovato il colpevole grazie ai controlli
A quel punto i carabinieri valsesiani hanno predisposto un servizio di osservazione e controllo, scoprendo che il tecnico torinese, approfittando delle proprie mansioni di addetto al cambio delle bombole di ossigeno, prima di lasciare la struttura si era impossessato di una banconota da 20 euro che si trovava sul comodino di una camera occupata da un ospite della casa di riposo. I carabinieri avevano fotocopiato la banconota prima di utilizzarla come «esca» per il tecnico dell’ossigeno dalle mani lunghe.

Coltivava anche marijuana
A complicare ancora di più la situazione del ragazzo ci ha pensato la perquisizione che i carabinieri hanno fatto nella sua abitazione, dove sono state rinvenute tre piante di marijuana alte tra i 40 ed i 70 centimetri, tutte sequestrate. L’uomo è stato arrestato con le accuse di furto e produzione e detenzione illecita di stupefacenti.