23 luglio 2024
Aggiornato 04:30
In attesa del rito direttissimo

Tentano di rubare un furgone all'Esquilino, in manette due nomadi

Sono già noti alle forze dell'ordine i tre soggetti fermati la notte scorsa dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma con l'accusa di furto aggravato, sorpresi mentre forzavano la portiera di un furgone parcheggiato in via Principe Umberto

ROMA (askanews) - La scorsa notte, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato con l'accusa di tentato furto aggravato, due ragazzi di 18 e 22 anni e denunciato per il medesimo reato una ragazza di 20, tutti già noti alle forze dell'ordine e nullafacenti, tutti provenienti dal campo nomadi di via Salviati.

18enne fermato mentre scassinava furgone
Nel corso di un controllo nel quartiere Esquilino, i militari hanno sorpreso il 18enne mentre era intento a forzare, con l'ausilio di un paio di forbici, la portiera di un furgone parcheggiato, in via Principe Umberto, mentre a breve distanza all'interno di un auto lo attendevano gli altri due complici. A seguito della perquisizione personale e veicolare i militari hanno rinvenuto e sequestrato una cassetta contenente attrezzi da scasso.

Auto sequestrata
L'auto, intestata ad un romano e a loro in uso in quel momento, è stata sequestrata. Dopo l'arresto, i due giovani sono stati condotti in caserma e trattenuti, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo, la donna in stato di gravidanza è stata solo denunciata.