17 ottobre 2019
Aggiornato 12:31
Servizi socio-assistenziali

Il Cisas affida la guida al sindaco di Santhià

Il primo cittadino santhiatese è il nuovo presidente del Consiglio di Amministrazione del Consorzio che gestisce i servizi socio-assistenziali di 24 Comuni

SANTHIÀ - Il primo cittadino santhiatese, Angelo Cappuccio, è il nuovo presidente del Consiglio di Amministrazione del Consorzio che gestisce i servizi socio-assistenziali di 23 Comuni. La nomina è avvenuta durante la riunione dell'assmblea consortile giovedì 28 maggio.

PROGRAMMA - Le linee guida per la gestione delle attività previste per la funzione sociale per il quinquennio 2015/20, periodo di carica del CdA, riguarderanno lo sviluppo di comunità, la programmazione dei servizi e partecipazione degli enti associati e l'organizzazione stessa dell'ente. Nella presentazione del suo programma, Angelo Cappuccio ha evidenziato «il contesto di costante diminuzione delle risorse disponibili a fronte dell'assunzione, da parte del Consorzio, di nuovi obbligatori servizi. Ciò pone i Comuni consorziati nelle condizioni di prevedere scelte sempre più oculate che devono tener conto anche degli attuali livelli occupazionali». Ha aggiunto poi che proprio «le criticità generate dalle ristrettezze di bilancio impongono di concentrarsi sui servizi essenziali rivolti ai più deboli». Ciò dovrebbe avvenire attraverso la dotazione di una gerarchia di priorità condivise e alla razionalizzazione dell'utilizzo delle risorse disponibili.

DIMISSIONI - Il consiglio di amministrazione e il suo presidente hanno la funzione di stabilire l'indirizzo delle attività imprenditoriali, gestionali e amministrative dell'ente. L'incarico ha una durata di 5 anni, ma Angelo Cappuccio ha fatto verbalizzare che «se nel 2016 non verrò rieletto sindaco di Santhià mi dimetterò da presidente il giorno dopo le elezioni, proprio per dimostrare che non mi interessa avere una poltrona a ogni costo». Oltre alla nomina del presidente, sono stati confermati vicepresidente Maurizio Marangoni (sindaco di Bianzè) e consiglieri Giordano Emiliano (sindaco di Buronzo), Anna Rigazio (sindaco di Cigliano) e Anna Maria Talpo (sindaco di Pertengo). L'incarico di presidente e degli altri componenti del CdA sarà svolto senza nessun compenso.