5 dicembre 2020
Aggiornato 23:30
Costi della Politica

Meloni: «Legare le retribuzioni dei parlamentari ai principali fattori macroeconomici è una grande vittoria»

La presidentessa dei deputati di FDI: «Parametrare gli stipendi degli eletti all'andamento dell'economia consente di riaffermare in politica il principio del merito: se lavori bene la retribuzione aumenta, se lavori male diminuisce»

ROMA - «Parametrare gli stipendi dei deputati all'andamento dell'economia consente di riaffermare in politica il principio del merito: se lavori bene la retribuzione aumenta, se lavori male diminuisce», ha affermato la presidentessa dei deputati di Fratelli d'Italia (Fdi), Giorgia Meloni, secondo cui «l'accoglimento dell'ordine del giorno di Fdi da parte del collegio dei questori della Camera dei deputati per legare le retribuzioni dei parlamentari ai principali fattori macroeconomici nazionali è una grande vittoria».

A Meloni ha fatto eco il suo vice, Fabio Rampelli, che ha parlato della fine di «anacronistici automatismi»: «Ci auguriamo - ha aggiunto - che la Camera recepisca questo indirizzo, che la presidenza lo condivida con il Senato, che le forze politiche impostino un lavoro analogo per stabilire lo stesso principio per chi vive con uno stipendio al di sopra della media pagato con le tasse dei cittadini».