30 marzo 2020
Aggiornato 12:30
Cronaca | Brescia

Brasiliana uccisa, fermato il datore di lavoro

Sospetti su Claudio Grigoletto, già sentito nei giorni scorsi. L'autopsia ha stabilito che la ragazza era incinta al quarto mese e che la morte sarebbe stata provocata non dai colpi alla testa evidenti sul corpo della donna, bensì da strangolamento

BRESCIA - Svolta nelle indagini sull'omicidio di Marilia Rodrigues Silva Martins, la 29enne brasiliana trovata morta lo scorso venerdì nell'ufficio della Alpi Aviation do Brasil di Gambara, in provincia di Brescia, dove lavorava. Dopo un lungo interrogatorio notturno, infatti, i carabinieri di Brescia hanno fermato Claudio Grigoletto, proprietario della società che commercializza aerei ultraleggeri destinati al mercato sudamericani, che era già stato sentito dagli inquirenti subito dopo il ritrovamento del cadavere.

INCINTA AL QUARTO MESE - L'autopsia ha stabilito che la ragazza era incinta al quarto mese e che la morte sarebbe stata provocata non dai colpi alla testa evidenti sul corpo della donna, bensì da strangolamento.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal