6 dicembre 2019
Aggiornato 21:30
Fuoriprogramma alla Camera

La Lega ironizza su tricolore, il centrosinistra intona «Trota»

La Presidenza richiama il Carroccio: Qui non si può offendere la bandiera

ROMA - Fuoriprogramma a colpi di 'Trota' in aula Camera subito dopo il voto finale sulla conversione in legge del decreto sulle commissioni bancarie. L'assemblea è stata infatti chiamata a votare sull'assegnazione della sede legislativa alla Commissione Cultura per esame e voto sulla lege che stabilisce l'obbligo per le scuole di organizzare da settembre approfondimenti e riflessione su Costituzione, unità e inno nazionale.

Inutilmente contraria all'iter legislativo, che è stato accordato, si è espressa solo la Lega. Che, con Paola Gosis, ha ironizzato sul tricolore di stampo «napoleonico», denunciando come oggi più che di fratelli si deve parlare di 'fratellastri di Italia'. Immediato l'intervento della presidenza della Camera, affidata a Rocco Buttiglione: «in quest'aula - ha richiamato la parlamentare leghista subito difesa dai suoi colleghi - non è permesso offendere la bandiera...». E la Gosis, ridendo: «ma io parlavo di Napoleone...», ha ribattuto fra le ilarità dei deputati lumbard. Ai quali si è contrapposto un coretto dai banchi del centrosinistra: «Trota, trota...».