6 giugno 2020
Aggiornato 23:30
Tribunale di Roma

Aggressione Metro Roma, PM: Condannare Burtone a 20 anni

Requisitoria del rappresentante della pubblica accusa. L'accusa contestata è quella di omicidio preterintenzionale aggravato dai futili motivi

ROMA - «Condannare a 20 anni di reclusione Alessio Burtone». Senza concessione delle attenuanti generiche perché «quello dell'imputato è stato un gesto tanto violento quanto gratuito». Così ha detto il pm Antonio Calaresu in conclusione del suo intervento davanti ai giudici della corte d'assise di Roma. L'accusa contestata è quella di omicidio preterintenzionale aggravato dai futili motivi.

Di fatto ne provocò la morte - Burtone l'8 ottobre del 2010 colpì con un pugno l'infermiera romena Maricica Haiaianu, e «di fatto ne provocò la morte», sempre secondo la ricostruzione del pubblico ministero. E per il decesso, che avvenne alcuni giorni dopo l'aggressione, dopo un ricovero al Policlinico Casilino «non è emersa alcuna responsabilità di tipo sanitario». I medici - insomma secondo il magistrato - «l'hanno assistita al meglio delle loro possibilità».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal