18 gennaio 2020
Aggiornato 07:30
Rapina nel quartiere Pigneto

Roma violenta, caccia ai killer di padre e figlia di 9 mesi

Vittime due cinesi, la madre ferita: Erano belve. Urlavano vi ammazziamo. La piccola Joy era ancora viva quando sono arrivati i soccorsi. Respirava ancora. E' deceduta a bordo dell'ambulanza nonostante i tentativi disperati dei medici di rianimarla

ROMA - E' caccia ai killer che ieri sera hanno ucciso un uomo di 31 anni cinese e la figlioletta di nove mesi durante una rapina nel quartiere Pigneto, a Roma. Posti di blocco «a rete» dei carabinieri sono stati disposti attorno al quartiere e nel resto della città per catturare i due banditi fuggitivi.
Gli investigatori stanno ascoltando i residenti della zona per raccogliere elementi utili per identificare lo scoooter a bordo del quale i due rapinatori sono fuggiti e stanno analizzando le immagini delle telecamere presenti nella zona dove è avvenuto il duplice omicidio.

La piccola Joy era ancora viva quando sono arrivati i soccorsi - Secondo la ricostruzione degli investigatori, ieri sera alle 22, Zhou Zeng, cinese di 31 anni, con la figlia di nove mesi, Joy, e la moglie Li Yan, aveva appena chiuso il bar di cui è titolare «New Cedrick». La coppia stava rientrando a casa che si trova a poco distanza dal locale, in via Giovannoli n.26 nel quartiere Pigneto, quando sono stati avvicinati da due uomini con il casco e il volto coperto da una sciarpa. I due hanno cercato di strappare la borsa alla donna, nella quale presumibilmente ritenevano ci fosse l'incasso del locale. La donna ha però reagito cercando di resistere ai due banditi. E' intervenuto anche il marito in aiuto della moglie e a questo punto sarebbe partito uno sparo. Un unico colpo - spiegano i carabinieri - che ha colpito alla testa la bimba, che era in braccio al padre. Lo stesso colpo ha poi centrato l'uomo al cuore uccidendolo sul colpo.
La piccola Joy era ancora viva quando sono arrivati i soccorsi. Respirava ancora. E' deceduta a bordo dell'ambulanza nonostante i tentativi disperati dei medici di rianimarla.