17 febbraio 2020
Aggiornato 20:30
Berlusconi sexy-gate

Quattro ore e mezzo di audizione per Laudati al CSM

Il Procuratore della Repubblica non ha annunciato le dimissioni, si è difeso dalle accuse dell'ex PM Scelsi

ROMA - E' durata quattro ore e mezzo l'audizione del procuratore della Repubblica di Bari Antonio Laudati, convocato dalla I commissione del Consiglio superiore della magistratura per rispondere alle accuse che gli ha rivolto l'ex pm dell'inchiesta sulle escort a Palazzo Grazioli, Pino Scelsi. Secondo quanto si è appreso il magistrato, che è indagato dalla Procura di Lecce con le ipotesi di reati come abuso d'ufficio, favoreggiamento e violenza privata, non avrebbe annunciato l'intenzione di lasciare il suo incarico.

Laudati, che secondo il suo accusatore avrebbe interferito con l'inchiesta per evitare imbarazzi al presidente del Consiglio destinatario del presunto giro di prostituzione organizzato dall'imprenditore Gianpaolo Tarantini, si sarebbe difeso lungamente nel merito e avrebbe risposto a molte domande rivoltegli dai consiglieri. I verbali della seduta, tuttavia, sono secretati come è accaduto dopo l'audizione di Scelsi.