21 maggio 2024
Aggiornato 05:00
La gara per l’assegnazione è gratis

All'asta delle frequenze, la RAI e 9 concorrenti

Fra le pretendenti anche Mediaset, Sky, Telecom (La7) e Dbox, la siciliana che occuperà gli stabilimenti Fiat di Termini Imerese

ROMA - E'ormai fuori tempo massimo il termine per la presentazione delle domande di partecipazione alla procedura per l'assegnazione dei diritti d'uso di 6 frequenze televisive in digitale terrestre (5 in DVB-T e 1 in DVB -H).
Dieci soggetti hanno presentato 17 domande di partecipazione.
Questi, in particolare, i richiedenti: Canale Italia, Telecom Italia Media Broadcasting, Elettronica Industriale (gruppo Mediaset), Sky Italia Network Service, Prima Tv, Europa Way 3lettronica Industriale spa (gruppo 3 Italia), Rai, Tivuitalia, Dbox.
Tutto da decidere per i soggetti ammessi all'assegnazione
I nominativi dei soggetti ammessi alla procedura di assegnazione delle frequenze saranno resi pubblici dopo l'espletamento, da parte della Commissione di valutazione, dell'apposita procedura di ammissione prevista dall'art. 4.5 del Disciplinare di gara. Le procedure per la nomina della Commissione sono in corso. Lo rende noto il ministero dello Sviluppo Economico.