18 gennaio 2020
Aggiornato 07:30
Ambiente | Incendi boschivi

La Protezione Civile mobilitata contro gli incendi in tutta Italia

Canadair ed elicotteri su 26 roghi, soprattutto in Campania, Lazio, Calabria e Sicilia

ROMA - Anche oggi è stata una giornata funestata dagli incendi boschivi, in particolare nelle regioni centro-meridionali del Paese. Lo comunica il dipartimento della Protezione civile che ha visto, da questa mattina, impegnati i Canadair e gli elicotteri coordinati dal Servizio di Coordinamento Aereo Unificato (COAU)intervenire a supporto delle squadre di terra su 26 roghi.

Il maggior numero di richieste di intervento, nove in totale, è giunto dalla Campania; sei, invece, quelle partite dal Lazio, quattro dalla Calabria, tre dalla Sicilia, una richiesta pervenuta dalla regione Basilicata, e ancora una dalla Sardegna, una dalla Puglia e una dall'Umbria.

«L'intenso lavoro svolto dagli equipaggi dei mezzi aerei - si legge nella nota - ha permesso lo spegnimento, fino a ora, di tre incendi. I piloti dei velivoli continueranno ad assicurare il lancio di acqua e liquido ritardante ed estinguente sulle fiamme dei roghi ancora attivi finché le condizioni di luce consentiranno di effettuare le operazioni in sicurezza e, considerate le previsioni per le prossime ore, saranno pronti nuovamente dall'alba di domani a operare sulle fiamme».

In particolare, tra i mezzi della Flotta dello Stato sono stati impiegati dodici Canadair, otto aerei Fire Boss e quattro elicotteri, tre S 64 e un AB 212 della Marina militare, dislocati in vari aeroporti su tutto il territorio nazionale che sono intervenuti nelle regioni colpite in base alle necessità.

La protezione civile ricorda che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da mano umana, a causa di comportamenti superficiali o, spesso purtroppo, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente ai numeri di telefono d'emergenza 1515 o 115 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo.