20 ottobre 2020
Aggiornato 08:00
Governo

Pionati: Paziento ma se resto fuori è guerra

«Il mio lavoro da reclutatore non ha precedenti»

ROMA - Qualche giorno di pazienza da escluso, e se resterà fuori guerra. Parola di Francesco Pionati, segretario di Adc escluso dalla tornata di sottosegretari ieri. «Ho desistito sapendo che tra qualche settimana avrò quel che mi spetta» dice a Repubblica, «se no direi: vuoi la guerra? E guerra sia».

«Diciamo la verità: il lavoro che ho fatto io come reclutatore di coloro che poi hanno volto lo sguardo al centrodestra non ha precedenti» mentre ad esempio la Melchiorre «è un volto sconosciuto una nebulosa indistinta un piccolo puntino disperso in un mare di naufraghi: fa il sottosegretario».