19 luglio 2024
Aggiornato 01:30
Il caso RAI

Trattativa aperta per Floris-Fazio, Gabanelli ancora no

Fonti: Lo ha detto Masi in Cda. Rinvio su ok a palinsesti estivi

ROMA - Il Consiglio di amministrazione della Rai ha rinviato ancora la decisione finale sui palinsesti estivi: ci sono dubbi sulla validità del 'marchio' Miss Italia, che dovrebbe perdere anche la sua sede storica di Salsomaggiore e su un programma che doveva essere affidato a Monica Setta (contratto scaduto). Se ne riparlerà nel Cda della prossima settimana, spiega uno dei partecipanti alla riunione, quando saranno sentiti anche i direttori di rete per un primo giro d'orizzonte sui palinsesti autunnali.

Secondo la stessa fonte oggi il direttore generale Mauro Masi ha anche riferito sulla questione dei contratti dei conduttori di alcuni programmi di punta di Raitre. Il direttore di rete Paolo Ruffini aveva lamentato il ritardo dell'azienda ad affrontare i rinnovi per Fabio Fazio (Che tempo che fa), Giovanni Floris (Ballarò) e Milena Gabanelli (Report), il presidente Paolo Garimberti aveva annunciato che avrebbe proposto il tema 'fuori sacco' nel Cda di oggi. Per Floris e Fazio, ha spiegato il Dg, la trattativa è aperta, per Gabanelli ancora no. Altro argomento che tornerà in discussione nel prossimo Cda, anche perché senza quei rinnovi il palinsesto autunnale di raitre sarebbe un puzle con troppe caselle vuote.

Resta aperta anche l'ipotesi di un prolungamento degli spazi di approfondimento informativo: alcuni consiglieri di area centrosinistra avrebbero caldeggiato questa soluzione, attuabile almeno per Ballarò, Porta a Porta e L'ultima parola. Per AnnoZero ci sono più problemi legati alle diverse tipologie contrattuali per le troupe e la redazione.