20 agosto 2019
Aggiornato 13:30
Costituzione Day

Dario Fo show a Milano: Abbiamo il Premier scemo

Giustizia, processi, «bunga bunga», cerotto: il premio Nobel mattore sul palco

MILANO - Processi, giustizia, bunga bunga e anche il vistoso cerotto che il presidente del Consiglio è costretto a portare dopo il recente intervento maxillo facciale. È uno show a tutto campo quello che il premio Nobel, Dario Fo, ha tenuto a Milano in occasione del C-day in una piazza gremita da migliaia di persone.
«Forse l'hanno operato dal di fuori - ha ironizzato Fo sul cerotto del premier - perché lui non apre bocca, specie nei processi». «Una volta - ha proseguito - le leggi ad personam non esistevano, la legge era uguale per tutti». Secondo Fo «dire ora che la legge è uguale per tutti sembra una battuta: ci considerano degli imbecilli ma stiamo imparando a reagire».

Non sono mancati i riferimenti al caso Ruby. Fo ha ricordato che il premier ha ammesso di aver telefonato «perché quella ragazza ci potrebbe procurare grane internazionali». «Dice una cosa - ha proseguito - che solo uno scemo può dire». «Abbiamo - ha concluso - un presidente del Consiglio scemo».
Dario Fo nel corso del suo intervento dal palco a Milano, non ha risparmiato stoccate neppure all'opposizione: «Come facciamo a tenercelo?», ha detto riferendosi al premier. «Non è che c'è anche responsabilità della sinistra? La responsabilità della sinistra - ha detto - è enorme».