17 ottobre 2021
Aggiornato 17:30
Crisi maggioranza

Berlusconi: in Fli molti in difficoltà, non vogliono tradire

«Sono fiducioso che molti avranno ripensamenti prima di votare la sfiducia»

ROMA - Molti esponenti di Fli «sono in grave difficoltà e si stanno interrogando se portare un danno al Paese e macchiarsi del reato di tradimento e slealtà o essere leali verso gli elettori». Lo ha detto il premier, Silvio Berlusconi, intervenendo all'Assemblea di Adc.
Il premier ribadisce che non c'è possibilità di 'terza via': «Sarebbero cose pasticciate tipo prima Repubblica. Per il bene del Paese servono soluzioni limpide e lineari. Io ho una certa fiducia che alla fine al momento di prendere una decisione il 14 alcuni di quelli che per lealtà sono entrati tra i finiani, avranno ripensamenti prima di votare la sfiducia».