31 ottobre 2020
Aggiornato 07:30
Ora la proposta passa in consiglio comunale

«Botticelle romane», da giunta ok a regolamentazione tariffe

Dopo lo scoop delle Iene, che fingendosi turisti hanno fatto una corsa di 2 ore su una botticella ottenendo un conto salatissimo, di 600 euro, la giunta capitolina ha stabilito che le corse per i primi trenta minuti avranno una tariffa fissa di 45 euro, con un costo iniziale di 5 euro

ROMA - La giunta capitolina, su proposta dell'assessore alle Politiche della Mobilità di Roma Capitale, Sergio Marchi, ha approvato la delibera da sottoporre al vaglio del Consiglio comunale per regolare le tariffe del servizio botticelle della città. Dopo lo scoop delle Iene, che fingendosi turisti hanno fatto una corsa di 2 ore su una botticella ottenendo un conto salatissimo, di 600 euro, la giunta capitolina ha stabilito che le corse per i primi trenta minuti avranno una tariffa fissa di 45 euro, con un costo iniziale di 5 euro. Per i percorsi di durata superiore si applicherà una maggiorazione di 1,5 euro al minuto. Sulle botticelle verrà anche installato un tassametro a tempo, che permetta di segnalare al passeggero la tariffa applicata con un messaggio chiaro e visibile.

«Per garantire più trasparenza nei confronti degli utenti è stata anche predisposta l'obbligatorietà della pubblicità dei costi del servizio, grazie all'apposizione di un tariffario ben visibile all'interno della vettura. I criteri con i quali sono state individuate le tariffe da applicare al servizio delle botticelle - precisa Marchi - sono stati elaborati dal Dipartimento VII in base al costo di gestione e di mantenimento dei cavalli, alla manutenzione periodica della vettura utilizzata, e al costo della vita».