24 giugno 2024
Aggiornato 09:00
'Ndrangheta

Gioia Tauro, potente esplosivo trovato in container

E' dello stesso tipo usato per le stragi di Capaci, via D'amelio e Bologna. Sull'episodio gli inquirenti mantengono il massimo riservo

REGGIO CALABRIA - I finanziari della dogana di Gioia Tauro, in collaborazione con la polizia di stato, hanno intercettato all'interno di un container in transito nel porto di Gioia Tauro con all'interno una quantità industriale di potente esplosivo T4. Il Semtex, uno degli esplosivi il cui uso è stato spesso accertato nell'esecuzione di molti attentati, è un esplosivo a base di pentrite e T4.
A base di T4 sono stati confezionati anche gli ordigni utilizzati nelle stragi di mafia del 1992 e del 1993, da quelle in cui furono uccisi Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e per gli attentati di Milano, Roma e Firenze, ma anche per le stragi alla stazione di Bologna e quella del Rapido 904.

Sull'episodio gli inquirenti mantengono il massimo riservo. Il comandante provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria , Colonello Alberto Reda interpellato da ApCom non ha voluto commentare la notizia, per rispetto della magistratura che ancora sta compiendo delicate indagini e rilievi sul posto.