25 gennaio 2020
Aggiornato 20:00
La manovra

Per Fazio nessun rischio per interventi chirurgici

Dopo le proteste dei medici domani l’incontro con il ministro

ROMA - La scure della manovra del governo si abbatte sulla sanità con effetti che minacciano di essere devastanti. Questo il parere della Fp Cgil medici , che dalle pagine di Repubblica fa sentire la sua voce. Cosa si rischia ? Tagli all’assistenza medica, meno medici a disposizione e la possibile cancellazione di 10.000 interventi chirurgici. Entro i prossimi tre anni il servizio sanitario pubblico perderà 20mila medici. Ma il ministro della Salute, Ferruccio Fazio, getta acqua sul fuoco e respinge gli allarmismi. «Invito tutti a non creare allarmismi in un momento difficile per il Paese.
Nessuno vuole il collasso» ha detto Fazio a margine dell'assemblea annuale di Assobiomedica. Il ministro ha annunciato quindi che oggi o domani incontrerà le associazioni Annao e Cimo e «con le quali vedremo se è possibile trovare soluzioni a costi invariati. Ribadisco l'invito - ha aggiunto - a non parcellizzare la protesta associazione per associazione. Non è conveniente per nessuno».

Sempre per oggi, la Fp Cgil insieme alle altre sigle della sanità pubblica, organizzerà un sit-in di protesta in camice bianco davanti Palazzo Chigi.