20 ottobre 2019
Aggiornato 05:30
Le celebrazioni

Si chiude l'adunata nazionale di 500mila alpini

La sfilata delle penne nere a Bergano dovrebbe concludersi intorno alle 20. Il prossimo anno tutti a Torino

BERGAMO - Sono quasi mezzo milione gli Alpini che oggi sfilano a Bergamo per la manifestazione di chiusura dell'83esima adunata nazionale iniziata due giorni fa. Le celebrazioni si chiuderanno, presumibilmente intorno alle 20, con l'ammainabandiera e il passaggio di consegne delle insegne dell'adunata da parte del sindaco di Bergamo, Franco Tentorio, a Sergio Chiamparino, primocittadino di Torino, cittą che nel 2011 ospiterą l'annuale festa delle penne nere.

Intorno alle 3 di questa mattina, un alpino di 31 anni, Filippo Ricuperati, residente nella bergamasca, č morto dopo che la sua auto si č scontrata con un pullman lungo la ex strada statale 671, nei pressi dello svincolo della nuova superstrada della Valle Seriana. Al di lą di questo drammatico incidente, per l'afflusso delle centinaia di migliaia di alpini, il 118 č stato chiamato ad un super lavoro: tra le 8 di sabato e le 8 di questa mattina, la centrale operativa ha ricevuto 569 chiamate che hanno portato a 350 missioni visitando 208 pazienti, mentre i sei «posti medici avanzati» hanno visitato 310 persone.

Il servizio organizzato dalla Protezione civile della Provincia di Bergamo per l'adunata degli Alpini ha visti coinvolti oltre 4.600 volontari. Ascom ha stimato che la pacifica invasione delle «penne nere» nel solo fine settimana genera un giro di affari di circa 60 milioni di euro.