28 maggio 2020
Aggiornato 20:30
Cronaca. Campania

Sequestrati 60mila gadget di squadre di Serie A contraffatti

Chiuso opificio nel Napoletano, denunciato titolare

NAPOLI - Oltre 60mila articoli sportivi delle squadre di calcio di Serie A e dei principali campionati esteri sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Napoli all'interno di una ditta di Arzano. Le maglie e le sciarpe di Milan, Inter, Roma, Juventus, Fiorentina, Palermo, Napoli, Real Madrid, Manchester Utd e Barcellona sono risultate contraffatte perché prive degli ologrammi anticontraffazione che devono essere apposti sui prodotti originali.

La ditta era stata autorizzata, nel 2008, alla produzione di 15mila sciarpe per conto di una società di distribuzione di prodotti ufficiali della 'S.S.C. Napoli' ma le sciarpe prodotte legalmente erano già state consegnate due anni fa.

Migliaia di magliette degli idoli più conosciuti, quali Lavezzi, Quagliarella, Hamsik, Messi, Pato, Ronaldinho ed altri sono state sequestrate in violazione alla normativa che tutela il marchio e sanziona i delitti contro l'industria e il commercio. Oltre ai prodotti con marchi palesemente contraffatti delle società calcistiche, ne sono stati rinvenuti migliaia con apposti nomi, marchi o segni distintivi tali da indurre in inganno il compratore sulla loro originalità perché differenti dal merchandising ufficiale solo per trascurabili particolari.

I finanzieri della Compagnia di Casalnuovo hanno proceduto al sequestro non solo dei gadget finiti, ma anche di tutte le attrezzature necessarie per la produzione nonché del locale adibito ad opificio. I prodotti sequestrati immessi sul mercato avrebbero fruttato un illecito guadagno di oltre 150mila euro. Il responsabile, G.M. di anni 54, è stato denunciato all'autorità giudiziaria.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal