11 luglio 2020
Aggiornato 22:30
Sul diritto soggettivo ai contributi

Fnsi: a rischio 100 testate, il Governo intervenga

«Il ripristino del diritto soggettivo è indispensabile per garantire le certezze necessarie per una corretta gestione aziendale»

ROMA - Rischio chiusura per cento testate. L'allarme viene lanciato, in una nota, dalla Federazione della stampa, che chiede al Governo di intervenire nel Dl milleproroghe sul diritto soggettivo dei contributi al settore editoria.

Resta forte la preoccupazione - si legge nella nota - per i giornali cooperativi, non profit e di partito: oltre 100 testate - quotidiani e periodici - e più di 4 mila posti di lavoro, tra giornalisti ed altri operatori del settore, sono pesantemente a rischio a causa di una norma - comma 62 dell'art.2 (ex 53 bis) della legge Finanziaria, che sopprime il carattere di diritto soggettivo dei contributi alla editoria. Il ministro Tremonti ed il sottosegretario Bonaiuti, in parallelo all'approvazione della legge Finanziaria, si erano esplicitamente impegnati a risolvere il problema all'interno del decreto 'milleproroghe' ovvero nel cosiddetto 'decreto-sviluppo' ma fino ad oggi l'impegno non è stato ancora rispettato».

Il ripristino del diritto soggettivo è indispensabile per garantire le certezze necessarie per una corretta gestione aziendale e consentire agli amministratori delle società di programmarne le scelte. Il problema non è rinviabile. Senza il diritto soggettivo, infatti, si rende incerto l'ammontare dei contributi, non è possibile appostarli nei bilanci aziendali, né è possibile redigerli e certificare, determinando - nel contempo - gravissime difficoltà finanziarie, perché l'erogazione dei contributi viene effettuata alla fine dell'anno successivo a quello di riferimento. Chiediamo che il governo mantenga l'impegno, autorevolmente assunto ed inserisca l'indispensabile ed urgente provvedimento, all'interno del 'decreto sviluppo' che il Consiglio dei ministri si appresta ad approvare».

Per questo, «la Federazione nazionale della stampa, Mediacoop, Articolo 21, unitamente ai cdr dei giornali cooperativi, non profit e di partito hanno convocato per domani, mercoledì 13 gennaio alle ore 11, una assemblea-conferenza stampa presso la sede del sindacato del giornalisti, sala azzurra, primo piano, Corso Vittorio Emanuele II, n.349 Roma».