26 ottobre 2021
Aggiornato 20:00
Il filmato sarebbe stato offerto al quotidiano di Vittorio Feltri

Il Giornale: «ricatto hard alla Mussolini», è fango che schizza

La Deputata del Pdl non commenta. Smentisce Fiore, il leader di Forza Nuova, che sarebbe coinvolto nel fatto

ROMA - «Ricatto hard a Alessandra Mussolini»: il Giornale riporta in prima pagina oggi la notizia di un presunto video hard che coinvolgerebbe la deputata del Pdl e il leader di Forza Nuova, Roberto Fiore. E commenta: «ormai il fango sembra inarrestabile».

La deputata del Pdl «ha rifiutato qualsiasi commento o dichiarazione» mentre Roberto Fiore «ha reagito con fermezza bollando questa vicenda come una bufala ridicola spacciata da una fonte completamente inaffidabile e condita di falsi clamorosi. Uno, a suo dire, è quello del «circuito di videocamere per la sicurezza interna» della sede di Forza Nuova'».

Chiaro intento ricattatorio - Sul Giornale, Gianni Pennacchi scrive che del video si sussurrava ieri in Transatlantico e che ne ha parlato ieri un lancio del sito Indymedia «dal chiaro intento ricattatorio». Anche al Giornale è stato offerto telefonicamente il video e «abbiamo risposto di no, che non ci interessava nemmeno visionarlo».

«Ormai il fango sembra inarrestabile» commenta l'articolo riferendosi al caso Marrazzo. Fango sui due coinvolti, «probabilmente in vista delle elezioni regionali». E' la prova che «quando si stappa l'ampolla dei veleni si spalancano voragini di miasmi, il vaso di Pandora diventa un soprammobile inoffensivo e la politica più che imbarbarirsi si fa nauseante».