23 agosto 2019
Aggiornato 01:00
Per la proroga dei termini di regolarizzazione fino a fine 2009

Badanti: Adoc si appella a Giovanardi

Arrivata la metà delle domande di regolarizzazione previste

ROMA - Domani si chiudono i termini di regolarizzazioni per colf e badanti. Meno del previsto il numero delle domande arrivate, circa 300mila, l'Adoc ha promosso un appello al Sottosegretario Giovanardi per prorogare i termini a fine anno.

«L'Adoc ha chiesto al Sottosegretario di Stato Giovanardi, da sempre sensibile al tema badanti, una proroga dei termini di regolarizzazione fino alla fine dell'anno - dichiara Carlo Pileri, Presidente dell'Adoc - per permettere una maggiore informazione alle famiglie che hanno intenzione di sanare la posizione delle proprie badanti e per permettere il reperimento con maggiore tranquillità delle risorse economiche necessarie al pagamento del contributo di 500 euro. In questo modo si realizzerebbe un servizio utile alla società, allo Stato, alle famiglie e alle lavoratrici irregolari.

Se venisse sanata la posizione di tutte le badanti irregolari lo Stato incasserebbe oltre 400 milioni di euro per tasse e contributi. L'eccessiva onerosità della domanda, la paura di essere schedati e la mancanza di un adeguata campagna informativa hanno rallentato visibilmente il numero delle richieste di regolarizzazione che, secondo le stime dell'Adoc, avrebbero dovuto essere almeno il doppio.«