19 gennaio 2020
Aggiornato 23:00
L'«etica» della Politica

Bagnasco: «Degrado politico dipende da qualità di singole persone»

Presidente CEI: «Così come recenti episodi abbrutimento finanziario»

GENOVA - «Taluni fenomeni di degrado politico cui assistiamo oggi e che rivelano mancanza di progettualità e resa ad interessi di corto respiro, così come recenti episodi di abbrutimento finanziario che hanno portato al collasso del sistema economico, colpendo le fasce più deboli dei risparmiatori, confermano che l'etica sociale si regge soltanto sulla base della qualità delle singole persone».

Lo afferma il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza episcopale italiana, nel corso di una lectio magistrale tenuta a Genova nel contesto di un convegno di studi dedicato all'ultima enciclica di Benedetto XVI Caritas in veritate.

L'enciclica papale, secondo il porporato, «aiuta a far emergere un più profondo senso dello sviluppo che sa porre in relazione i diritti individuali con un quadro di doveri più ampio, aiutando così ad intendere correttamente la libertà individuale che deve sempre fare i conti anche con la responsabilità sociale».