11 dicembre 2019
Aggiornato 01:00
Maltempo. Sicilia

Campagne siciliane sott’acqua. Agrumi distrutti

E’quanto emerge dal primo monitoraggio effettuato dalla Coldiretti sugli effetti dell’ondata di maltempo che ha investito l’Italia

ROMA - Campi allagati, strade rurali distrutte dagli smottamenti con danni alle coltivazioni di frutta e ai vigneti sono le gravi conseguenze dei nubifragi che si sono abbattuti sulla Sicilia, dall’Agrigentino al Palermitano. E’quanto emerge dal primo monitoraggio effettuato dalla Coldiretti sugli effetti dell’ondata di maltempo che ha investito l’Italia con una perturbazione autunnale che coinvolge tutta la penisola provocando smottamenti e piccole frane.

La Coldiretti si è attivata per l’assistenza alle aziende e per la verifica dei danni nelle campagne colpite dalla violenza della pioggia e dagli straripamenti che hanno allagato i terreni coltivati e danneggiato anche le strade rurali rendendo difficile la viabilità anche per i soccorsi.

Si tratta – continua la Coldiretti - solo dell'ultimo grave episodio di una estate che si è posizionata al quarto posto tra le più calde dal 1800, ma si è anche caratterizzata da improvvisi e violenti temporali «tropicali» che si verificano a macchia di leopardo nella Penisola.