25 febbraio 2020
Aggiornato 14:30
Politica. Caso Berlusconi-escort

Bossi: «Caso escort organizzato da mafia, è ritorsione»

«Perché abbiamo fatto leggi pesantissime per combatterla»

CUNEO - Per Umberto Bossi la vicenda delle escort è stata organizzata dalla mafia per ritorsione contro le leggi «pesantissime varate dal governo per combatterla». «Penso che tutto sia stato messo in piedi dalla mafia - ha detto Bossi al suo arrivo a Pian del Re, dove ha rinnovato la cerimonia dell'ampolla - abbiamo fatto leggi pesantissime contro la mafia. L'ho detto anche a Berlusconi: guarda che qui c'entra la mafia, chi ha in mano le prostitute è la mafia. Sono convinto che la mafia - ha ripetuto - ha organizzato questa roba qui».

Alla domanda se si è trattata di una ritorsione contro il governo, Bossi ha replicato: «Sì, esatto».