28 gennaio 2020
Aggiornato 10:30
Incendi boschivi

Corpo Forestale: 71 roghi in tutta la penisola

Situazioni critiche in Campania e Liguria

ROMA - - La giornata di oggi ha fatto registrare una recrudescenza del fenomeno degli incendi boschivi con 71 roghi divampati in tutta la Penisola - regioni a statuto autonomo escluse - che hanno impegnato uomini e mezzi del Corpo forestale dello Stato nelle operazioni di spegnimento. Incessante lavoro per le squadre del Nucleo Investigativo Antincendi Boschivi della Forestale per individuare i responsabili dei roghi di cui si sta delineando la chiara matrice dolosa.

Particolarmente critica la situazione in Liguria e in Campania. In provincia di Genova, nel Comune di Nervi, è divampato un incendio che ha reso necessaria l'evacuazione di diverse abitazioni e che poi si è propagato sui versanti del monte Moro e del monte Fasce, attaccando la sottostante pineta. Il rogo ha interessato una superficie di circa 250 ettari, raggiungendo un fronte del fuoco di 5 chilometri.

Situazione critica anche nel Parco delle Cinque Terre, a Vernazza, dove un rogo con due fronti del fuoco di 200 e 300 metri, ha messo a rischio decine di ettari di vegetazione boscata. Numerosi gli incendi anche nell'Italia meridionale con la Campania che si conferma ancora una volta la regione più colpita dalle fiamme, soprattutto nella zona del Salernitano. Durante la notte, inoltre, un vasto incendio è scoppiato a Ischia, interessando in modo particolare i Comuni di Serrara Fontana e Forio, arrivando a colpire la frazione di S.Angelo, dove il fuoco si è avvicinato a diverse abitazioni. Anche in questo caso è stato fondamentale l'intervento degli uomini della Forestale.

Complessivamente la Campania è stata la regione più colpita dalle fiamme con 39 roghi, seguita dal Lazio con 12, dalla Calabria con 6, dalla Puglia con 4, dalla Liguria e dalla Toscana ciascuna con 3 incendi e dalla Basilicata, dalla Lombardia, dal Molise e dall'Umbria con 1 rogo ciascuna.

Le province più colpite dai roghi sono state Salerno con 18 incendi, Napoli con 9 e Caserta con 8.

Dieci gli interventi odierni di mezzi aerei del Corpo forestale dello Stato.Un elicottero Erikson S64F ha partecipato alle operazioni di spegnimento del vasto incendio di Monte Moro (GE) in Liguria che ha messo a rischio 300 ettari di macchia mediterranea. Un altro Erikson S64F ha effettuato due interventi in Sardegna. Questa mattina in località Fodungianus nell'Oristanese, per spegnere un rogo che ha messo a rischio una ventina di ettari di bassa macchia mediterranea e nel pomeriggio in provincia di Sassari, in località Filigheddu, per domare le fiamme di un incendio che ha messo a rischio quasi 200 ettari di alta macchia.

Un elicottero AB412 del Corpo forestale dello Stato è intervenuto in Toscana, in località Santa Maria a Monte (Pisa) per domare un rogo che ha messo a rischio ben 300 ettari di vegetazione boscata, mentre un altro AB412 è intervenuto nel Lazio, nel Comune di Filettino in provincia di Frosinone, per spegnere un incendio che ha messo a rischio un centinaio di ettari di bosco. Un terzo AB412 è decollato dalla base di Sabaudia per spegnere le fiamme di un rogo divampato in località Castello Norato nel Comune di Sabaudia in provincia di Latina. Un quarto AB412 è intervenuto, infine, in Basilicata nel Comune di Rivello (PZ) per spegnere un rogo che ha bruciato pochi ettari di vegetazione boscata.

Un elicottero NH500 del Corpo forestale dello Stato è intervenuto in Calabria nel Cosentino nel Comune di Luzzi per spegnere un rogo che ha mandato in fumo una decina di ettari di alta macchia mettendone a rischio 500. Un altro NH500 è intervenuto invece nel Lazio una prima volta in prossimità della via Cassia in località Marcigliana (Roma) e successivamente sulla via Salaria nei pressi di Monterotondo (Roma).