15 settembre 2019
Aggiornato 22:00
G8 DELL'AQUILA

Passerella vip all'Aquila, le prime dame e poi Clooney

E l'attore promette, faremo un film qui a settembre

L'AQUILA - Nella caserma di Coppito oltre 40 leader planetari; all'Aquila, pochi chilometri più in là, una passerella di vip a visitare il centro storico devastato dal sisma del 6 aprile. Dopo Barack Obama e Dmitri Medvedev, ieri accompagnati nel capoluogo da Berlusconi, oggi il tragitto piazza Duomo-palazzo della prefettura ha visto passare le first ladies in mattinata, nel pomeriggio George Clooney e Walter Veltroni con un'altra celebrità americana, l'attore Bill Murray.

Se domani fuori dal vertice sarà la giornata della manifestazione, oggi dunque è andato in scena l'impegno internazionale sotto forma di glamour. Le signore - dopo la tappa di ieri a Roma - hanno passato un'oretta passeggiando per il centro storico. Accompagnate da Mara Carfagna e Maria Stella Gelmini, erano in dodici, dalla first lady svedese a quella inglese a quella sudafricana: ma spiccava - anche per altezza - Michelle Obama coi capelli severamente allisciati in uno chignon. La signora Obama ha chiesto alla Carfagna: «Ce la farete a ricostruire la città in tempo? Ci vorrà molto per completare i lavori?». In particolare, Michelle Obama si è detta preoccupata per la condizione delle donne e dei bambini sfollati.

Molti più flash in verità ha raccolto però George Clooney nel pomeriggio, in completo grigio e camicia blu, a fianco dell'ex leader del partito democratico Walter Veltroni. Con lui, basco bianco e occhialoni a nasconderlo un po', c'era anche il protagonista del film 'Lost in Translation' Bill Murray (per un po' passato quasi inosservato).

Clooney ha poi visitato la tendopoli di San Demetrio per annunciare anche che intende girare un film in questi luoghi, a settembre: «Avevamo visitato questa location già prima del sisma. Ora la confermiamo anche per dare una mano all'economia locale». E ha dato il suo 'endorsement' al G8 dell'Aquila.

«Intanto siamo qui e stiamo parlando dell'Aquila grazie al G8. Quindi dei benefici ci sono nonostante le tante difficoltà della gente». Bisogna però tenere alta l'attenzione: «Ringrazio Bill Murray perchè ha voluto venire qui con me in questa terra. Non voglio che ci si dimentichi delle tragedie vissute da popoli in difficoltà». Poi ha firmato autografi e distribuito baci, mentre Murray ha promesso: «verrò ancora e verrò a bere tanto vino, abruzzese e laziale».

A congiungere la mattinata delle lady e il fascino del cinema, a San Demetrio in rappresentanza dei mariti sono giunte Margarida Sousa Barroso e Sarah Brown. Sul palco a San Demetrio anche Betty Williams premio Nobel per la pace: «Penso che ce la farete - ha detto - non fermatevi davanti ai no che incontrerete per strada». Il popolo abruzzese ringrazia e reagala a Murray una maglietta: «I Love Aq»; aspettando settembre.