11 luglio 2020
Aggiornato 22:00

Franceschini: Su Noemi risponda, Berlusconi ha dovere dire verità

«Ogni politico accetti che sua vita sia messa a raggi X»

REGGIO EMILIA - Il presidente del Consiglio «ha il dovere di dire la verità» sul suo rapporto con Noemi Letizia e di «rispondere» a chi da due settimane gli sta facendo delle domande. Il segretario del Partito democratico, Dario Franceschini, punta il dito contro il premier e, durante un comizio elettorale a Reggio Emilia, gli chiede di essere «trasparente» così come deve essere «un uomo politico, uno che ha responsabilità di governo».

«Non entrerò nelle vicende personali del presidente del Consiglio - attacca Franceschini - ma non è possibile che la libera stampa continui a fargli domande, continui a dimostrare dove ha mentito e lui continui a tacere. Un uomo politico ha il dovere di rispondere, ha il dovere della verità». Facendo poi riferimento all'indagine di 'Repubblica', Franceschini aggiunge: «C'è un quotidiano italiano che da due settimane gli fa dieci domande. Non c'è un paese al mondo in cui un uomo politico potrebbe permettersi a continuare a non rispondere a quelle domande».

Nel suo intervento Franceschini ha invocato più «trasparenza» da chi fa politica. «La trasparenza - spiega il leader del Pd - è uno dei criteri per reintrodurre la serietà nella vita politica. Chi ha responsabilità politiche ha il dovere, con la sua vita, di dare il buon esempio, non di dare il cattivo esempio. Così è in tutto il mondo. Deve accettare la massima trasparenza». «Ognuno di noi - conclude il leader del Pd - deve accettare che la sua vita sia messa ai raggi X perché è così dappertutto, perché chi ha più responsabilità deve essere più trasparente».