20 ottobre 2019
Aggiornato 06:00

In Sardegna presentate le prescrizioni regionali antincendio 2009

Si tratta di un piano di prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi

CAGLIARI - La Giunta regionale ha approvato le «Prescrizioni regionali antincendi 2009». Si tratta di un piano di prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi, all'interno del quale sono state individuate le prescrizioni dirette a contrastare le azioni che innescano gli incendi e a disciplinare l'uso del fuoco per l'intero anno solare.

Nella sede dell'assessorato della Difesa dell'ambiente i contenuti del piano sono stati illustrati dall'assessore della Difesa dell'ambiente Emilio Simeone, dal Direttore del Corpo Forestale Giuseppe Delogu, dal Direttore della Protezione Civile regionale Giorgio Cicalò, dal Presidente dell'Ente Foreste Carlo Murgia e dal Direttore regionale del Corpo dei Vigili del Fuoco Pippo Mistretta.
L'assessore Simeone ha evidenziato la necessità di applicare con urgenza e tempestività le «Prescrizioni regionali antincendi 2009» affinché la campagna di informazione rivolta ai cittadini arrivi quanto prima.

A questo scopo è stato dato mandato alla Direzione generale del Corpo forestale e di Vigilanza ambientale, di procedere alla divulgazione delle prescrizioni attraverso:la distribuzione presso le famiglie di una versione delle «Prescrizioni regionali antincendio 2009» di facile lettura, allo scopo di una sensibilizzazione capillare dei cittadini; la distribuzione delle «Prescrizioni» presso i comuni, scuole, associazioni e anche attraverso l'affissione di manifesti.

«La campagna che prende l'avvio - ha puntualizzato l'assessore Simeone-tende a creare sempre più una sensibilizzazione su tutti i cittadini, rivolta alla prevenzione degli incendi. Vuole creare in misura ancora maggiore la convinzione che combattere gli incendi è un forte impegno di tutti». La campagna antincendi avrà inizio il 15 di giugno ed entro quella data tutte le norme di prevenzione dovranno essere rispettate.

»Il piano contiene norme anche elementari che tutti i cittadini dovrebbero rispettare, dalla pulizia delle strade a quella ai terreni privati - ha dichiarato il comandante del Corpo Forestale Giuseppe Delogu - . Lo scorso anno abbiamo comminato 400 sanzioni amministrative quest'anno speriamo che la prevenzione le riduca di molto». Il direttore della Protezione Civile regionale Giorgio Cicalò ha evidenziato la campagna di sensibilizzazione della Regione che ha distribuito materiale informativo in tutta l'isola. Una comunicazione capillare negli uffici pubblici, nelle scuole, negli scali marittimi e aeroportuali.

Il Direttore regionale dei Vigili del Fuoco Pippo Mistretta ha sottolineato l'utilità della campagna di informazione sui turisti che nei mesi estivi popolano le coste sarde:»Le misure di autoprotezione sono importantissime-ha spiegato Mistretta-, norme elementari come ad esempio non abbandonare le spiagge quando si è circondati dal fuoco o non portare le bombole fuori casa, salvano vite umane. Purtroppo ogni anno, ad ogni vittima del fuoco corrisponde un comportamento sbagliato». Il presidente Carlo Murgia ha messo in luce il ruolo dell'Ente Foreste nell'opera di soccorso ai Comuni per la pulizia delle aree urbane e periurbane e lungo le strade, nonché l'impegno degli oltre 7000 forestali dal 15 giugno nella campagna antincendi.