25 gennaio 2020
Aggiornato 21:30
In primo piano

Mercedes Bresso: «Se ce lo chiedono, pronti ad accogliere Eluana»

La presidente della regione Piemonte aggiunge: ovviamente in una struttura pubblica perchè quelle private sono sotto scacco del ministro

Mercedes Bresso
Mercedes Bresso ANSA

TORINO - Sarebbe pronta ad accogliere in una struttura pubblica Eluana Englaro, la giovane in stato di coma vegetativo da 17 anni alla quale la Corte di Cassazione ha approvato la possibilità di interrompere l'alimentazione assistita. Interpellata dai giornalisti, Mercedes Bresso, presidente della regione Piemonte, ha chiarito che non avrebbe alcun problema a rispondere in modo positivo a una simile richiesta.

«E' giusto essere preoccupati che non si arrivi ad uccidere le persone che non servono più - ha chiarito - ma in questo caso c'è stato un lungo iter. C'è una decisione del Tribunale che ha valutato tutte le ragioni. Ovviamente saranno utilizzate strutture pubbliche perchè quelle private sono sotto scacco del ministro», ha concluso. Proprio per il caso di Eluana, da ieri il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, già indagato per violenza privata dalla Procura di Roma è indagato anche dalla Procura Generale di Milano per l'ipotesi di reato di atti d'ufficio od omissioni di atti d'ufficio.