17 ottobre 2019
Aggiornato 02:00
Riforme

«Su abolizione province non torniamo indietro»

A dichiararlo è Antonio Borghesi, responsabile dell’economia e vice capogruppo alla Camera per l’Italia dei Valori

«In un momento di disastrosa crisi economica e finanziaria, nel quale sarebbe il caso di ridurre al massimo gli sprechi, il governo non sa far altro che continuare sulla sua linea abituale del predicare bene e mal razzolare. Sulle province si continuano a sentire slogan alquanto convincenti, forse ancora in grado di incantare qualcuno, ma che non persuadono chi, come noi, sa realmente quanto tutto il centro destra, Lega in testa, sia refrattario all’abolizione di tali enti, mentre il Pd media sostenendo che si tratta di un’operazione troppo difficile».

A dichiararlo è Antonio Borghesi, responsabile dell’economia e vice capogruppo alla Camera per l’Italia dei Valori.

«Italia dei Valori – aggiunge Borghesi - ha presentato già nella scorsa legislatura, una proposta di legge per l’abolizione di enti che ritiene costosi. Non intendiamo fermarci. La proposta di legge costituzionale di soppressione delle province è stata ripresentata».

«Il governo sarà sordo – conclude Borghesi - ma noi non abbiamo alcuna intenzione di fare marcia indietro. Continueremo con la nostra battaglia fino a che non otterremo risultati concreti».