5 aprile 2020
Aggiornato 02:30
Regolamento REACH

Sostanze chimiche e imprese: un convegno sul nuovo regolamento comunitario

Alla Camera di Commercio di Forlì-Cesena si terrà martedì 2 dicembre un convegno su “Reach – Nuovo Regolamento comunitario sulle sostanze chimiche”: adempimenti e implicazioni per le PMI”

La collaborazione tra la Camera di Commercio di Forlì-Cesena e Unioncamere Emilia-Romagna, all’interno delle iniziative del Consorzio «Simpler», partner della rete «Enterprise Europe Network», ha dato vita ad un convegno che ha come tema «Reach – Nuovo Regolamento comunitario sulle sostanze chimiche»: adempimenti e implicazioni per le PMI».

L’incontro, aperto a tutti gli operatori interessati, in programma martedì 2 dicembre 2008 nella sede della Camera di Commercio, a Forlì (sala del Consiglio) in Corso della Repubblica, 5, dalle ore 15 alle 18, offrirà una panoramica dei principali aspetti di tale regolamento e degli obblighi previsti per le imprese. La partecipazione è gratuita .
Il riconoscimento del ruolo dell’industria chimica nell’economia europea e mondiale e l’esigenza di assicurarne competitività e capacità innovativa, hanno condotto la Commissione Europea all’adozione di specifiche misure legislative come il Regolamento Reach (Registration evaluation, authorisation of chemicals) che introduce un sistema integrato di registrazione, valutazione, autorizzazione e restrizione. La normativa, che sarà operativa a tutti gli effetti dal 1 gennaio 2009, impone a produttori ed importatori di sostanze chimiche di gestire in modo più sistematico i rischi che questi materiali possono comportare per la salute: si tratta quindi di una vera e propria «schedatura» delle sostanze.

In Italia, secondo Federchimica, le imprese dovranno registrare 1750 sostanze fabbricate o importate nell’Unione europea in un database comune a tutti gli Stati membri, gestito dall’ Agenzia europea delle sostanze chimiche (ECHA). Il regolamento Reach ha implicazioni non solo per l’industria chimica, ma per tutti i comparti industriali in cui si utilizzano sostanze chimiche (tessile, legno e mobili, produzione carta e stampa, gomma e plastica, meccanica, elettronica, petrolifero, automotive).
Il portale REACH IT (http://www.helpdesk-reach.it) è lo strumento che consente alle imprese di trasmettere i propri dossier. In questi giorni le aziende stanno completando (già oltre 2000 quelle che lo hanno fatto) la fase di pre-registrazione dei composti chimici prodotti (circa 60 mila quelle effettuate finora).
Sono ancora aperte le iscrizioni al seminario sul sito camerale http://www.fo.camcom.it/internazionalizzazione; la scheda per l'iscrizione che dovrà essere inviata alla Camera di Commercio per posta elettronica, mailto: ufficio.estero@fo.camcom.it, o al n. fax: 0543-713531

L’iniziativa prevede il seguente programma:
15.00 Benvenuto ed apertura dei lavori
Tiziano Alessandrini, Presidente della Camera di commercio di Forlì-Cesena
15.15 Presentazione della rete Enterprise Europe Network e dei servizi del consorzio SIMPLER
Dr. Ugo Girardi, Segretario Generale di Unioncamere Emilia-Romagna
15.45 Implicazioni del regolamento REACH sull’industria chimica e non
Avv. Massimiliano Ferrari, Studio legale Ferrari, Reggio Emilia
16.15 Attuazione del regolamento REACH: attori coinvolti ed azioni Reach-wise da intraprendere nel breve periodo.Obbligazioni per i produttori ed importatori di articoli e sostanze
Avv. Irene Picciano, Studio legale De Berti Jacchia Franchini Forlani, Milano & Bruxelles
16.45 Pausa
17.00 Profili di interferenza con il sistema REACH: aspetti concorrenziali e di proprietà industriale
Avv. Roberto A. Jacchia, Studio legale De Berti Jacchia Franchini Forlani, Milano
17.45 Dibattito e domande ai relatori

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal