18 giugno 2021
Aggiornato 17:30
I «conti» della sanità calabrese

«Operazione chiarezza» nella sanità calabrese

Per potere arrivare a un reale risanamento finanziario di un settore palesemente in sofferenza

La Giunta regionale, presieduta da Agazio Loiero, ha avviato l’ «operazione chiarezza» sui conti della Sanità in Calabria per potere arrivare a un reale risanamento finanziario di un settore palesemente in sofferenza. E lo ha fatto con un dibattito intenso, a cui hanno preso parte tutti gli assessori presenti, tra cui l'assessore alla sanità Vincenzo Spaziante che ha svolto un’ampia e dettagliata relazione, in una riunione a palazzo Alemanni durata poco più di quattro ore.

«Siamo noi per primi – ha detto il presidente Loiero – ad avere necessità di fare luce fino in fondo sulla consistenza del disavanzo dal 2001 al 2007 in modo da potere affrontare il problema con misure e mezzi adeguati. Abbiamo ereditato il disastro e quanto finora fatto è servito solo ad arginare la deriva. C’è bisogno adesso di interventi forti e mirati contro sprechi e spese pazze».

Quella fatta stamattina – informa una nota del portavoce di Loiero – è stata una discussione franca, programmata da tempo, nella quale, ovviamente ha fatto capolino l’ultima vicenda dell’Ospedale di Vibo Valentia dove da tempo è in atto una opera di risanamento per i tanti problemi strutturali e organizzativi individuati (durante una breve pausa dei lavori il presidente Loiero ha incontrato il presidente dell'Asp di Vibo Rubens Curia che gli ha illustrato i termini del provvedimento di sequestro di tre reparti).

Il problema su cui l’intero esecutivo ha ragionato per ore, riguarda però l’intera situazione del comparto sanitario nella nostra regione che si porta appresso da molti anni i guasti determinati da sprechi e inefficienze, incrostazioni e collusioni, con bilanci poco chiari e deficit sui quali un advisor nazionale e la stessa regione stanno cercando di fare luce.

«Quello che è certo – ha spiegato Loiero – è che abbiamo ereditato una realtà pesantissima e dobbiamo espellere tutto ciò che non è accettabile nella sanità regionale. Non è tempo di rivendicazioni che sanno di campanilismo, dobbiamo costruire al più presto un sistema che dia garanzie a tutti i calabresi».
Sui temi della sanità, che saranno oggetto di ulteriori approfondimenti in sedi istituzionali e all’interno della maggioranza di governo, il presidente Loiero ha convocato per domani una conferenza stampa per fare il punto sulle cose fatte e su quelle da fare.