1 giugno 2020
Aggiornato 10:30
Ambiente e territorio

Depurazione costa stabiese

Firmato accordo per allacciamento ad impianto foce Sarno

L’ Assessorato Ambiente della Regione Campania ha firmato oggi con il Comune di Castellammare, il Ministero dell’Ambiente, il Commissariato per l’Emergenza Sarno e gli altri enti interessati un accordo per il conferimento dei liquami ai collettori dell'impianto di depurazione di Foce Sarno, ubicato a Castellammare.

In tal modo, i liquami non saranno più scaricati in mare.

I comuni dell'area stabiese vesuviana interessati all’accordo sono Castellammare di Stabia, Torre Annunziata, Torre del Greco, Trecase, Boscotrecase, Boscoreale, Gragnano, Casola, Lettere, Rimonte e Santa Maria La Carità.

L'assessore all'Ambiente della Regione Campania Walter Ganapini, che ha promosso l'istituzione del tavolo tecnico interistituzionale che ha lavorato all’intesa, ha espresso viva soddisfazione: «Finalmente i Comuni del comprensorio stabiese-torrese che inquinavano a causa della mancata depurazione dei reflui potranno allacciarsi all'impianto tramite i collettori. Un'area ad altissima vocazione turistica ed in fase di sviluppo potrà programmare i suoi eventi avendo avviato a soluzione il gravissimo problema dell'inquinamento marino. La situazione potrà dirsi totalmente ristabilita - ha concluso Ganapini - non appena sarà terminata la nuova sezione di trattamento biologico in corso di completamento presso il depuratore di Foce Sarno».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal